domenica 19 novembre 2017

MASCHERA VISO: DURANTE L’APPLICAZIONE

Intanto, per poter agire come si deve, la maschera viso deve restare al suo posto: dunque, rilassatevi! Non approfittate di quei 15 minuti per lavori domestici, potreste sudare o far attaccare alla maschera dei piccoli residui che non notereste, quindi mettetevi comodi, meritate 15 minuti a settimana solo per voi! Le maschere viso, infatti, vanno applicate con costanza ma non troppo spesso, perché si rischia sempre un effetto rebound: meglio quindi optare per un’applicazione a settimana.
Rimuovete la maschera con l’acqua tiepida, tamponate il viso senza strofinare, applicate un tonico se necessario e poi la crema idratante: la vostra pelle sarà radiosa e pulita, noterete sicuramente la differenza!

MASCHERA PER IL VISO: APPLICAZIONE

È bene tenere da parte un pennello da usare solo ed esclusivamente per applicare questo tipo di prodotto; il pennello migliore è quello a lingua di gatto che si usa anche per stendere il fondotinta ma, come detto, deve essere completamente pulito e non contenere altri residui. Dopo aver emulsionato la maschera, stendetela sul viso, dopo averne prelevato la giusta quantità con il pennello. Potete procedere con la stessa tecnica del fondotinta: dal basso verso l’alto, lasciando libere le zone del contorno occhi e del contorno labbra. Ricordate di applicarla anche sul collo, dunque se avete optato per un “bagno di vapore” al solo viso, senza prima fare la doccia, ricordatevi di rimuovere il profumo! Lo stesso discorso vale anche per le maschere viso in tessuto: il procedimento che precede l’applicazione è il medesimo.

martedì 14 novembre 2017

CAMOMILLA: UN RIMEDIO PER OCCHI GONFI

Mettete in frigo le due bustine di camomilla e, dopo averle fatte raffreddare almeno per mezz'ora, mettetele sulle palpebre.
Mantenetele in posa per non più di dieci minuti, al massimo due volte al giorno. Questo sistema vi aiuterà a sgonfiare le borse sotto gli occhi e a ridurre le occhiaie.
Fate bollire un cucchiaio di fiori secchi di camomilla in una tazza d'acqua. Lasciate la tazza coperta per cinque minuti, poi filtrate e fate raffreddare a temperatura ambiente.
Usate la soluzione per dei risciacqui, pulendo l'occhio all'esterno e all'interno: ripetete più volte nel corso della giornata e necessario.
In alternativa, in farmacia o in erboristeria potrete trovare delle gocce oculari alla camomilla: hanno un effetto umettante, calmano e rinfrescano. Saranno utili per alleviare bruciori e arrossamenti dovuti all'inquinamento, ma anche allo stress o all'eccessiva esposizione a fonti luminose.

CAMOMILLA: UN RIMEDIO PER OCCHI GONFI

La camomilla è un rimedio naturale agli occhi gonfi (un po' come il cetriolo). Nota per le sue proprietà anti-irritanti, proprietà anti-infiammatorie e antimicrobiche (che la rendono incredibilmente efficace per il trattamento della congiuntivite), ha una funzione lenitiva e calmante e contribuisce a ridurre rossore, irritazione e gonfiore sotto gli occhi.
Oltre ad essere utilizzata per lavaggi oculari con gocce, lozioni palpebrali e colliri naturali, può essere usata per impacchi dalle proprietà decongestionanti, che allevieranno la sensazione di pesantezza dopo una giornata faticosa. E vi basterà usare i filtri delle normali bustine in commercio!
La camomilla è un fiore dalle molteplici proprietà benefiche, molto utilizzata in erboristeria per le sue qualità antinfiammatorie e lenitive.
Non a caso, siamo abituati a consumarla in infusione per le sue virtù calmanti, o in forma di tintura madre per curare gonfiori come quelli alle gengive, o ancora in olio essenziale per le patologie della pelle, dall'acne a pruriti e rossori.
Da tempo immemore la camomilla è anche un ottimo ingrediente di bellezza per il suo effetto ringiovanente, tonificante, idratante.
Sapevate, però, che la camomilla è utilissima anche per i nostri occhi? Il suo potere lenitivo aiuta a combattere le infezioni oculari alleviandone i sintomi. O, in alternativa, è utile semplicemente per ridurre borse, gonfiori e occhiaie. Vi basterà un semplice impacco per sentire subito la pelle del vostro contorno occhi tornare più morbida, rilassata e luminosa!
Per preparare un semplice impacco alla camomilla per i vostri occhi gonfi, seguite le seguenti istruzioni: vi basteranno un paio di semplici filtri!
Prendete un paio di bustine di camomilla (meglio se biologica) e mettetele in infusione in acqua in ebollizione.
Lasciate riposare fino a che le bustine saranno tiepide.
Immergete due dischetti di cotone nell'infuso e avvolgeteli nelle garze.
Appoggiate sugli occhi chiusi e lasciate agire per 5-10 minuti.

lunedì 13 novembre 2017

VISO: COME CONTRASTARE IL RILASSAMENTO

La pelle del viso, che con l’età causa alterazioni importanti all’espressione e alla forma del viso. Cosa  fare  per prevenire ma anche per rimediare ai danni dell’età sulla pelle?   
Il volto subisce diverse alterazioni a causa del processo di invecchiamento: macchie scure, aumento delle rughe profonde e superficiali e perdita di volume. Tali cambiamenti dipendono da motivi intrinseci come rallentamento della sintesi di collagene e variazioni ormonali e motivi esterni come radiazioni UV, forza di gravità, smog e un’alimentazione squilibrata.
Lo svuotamento della zona malare (corrispondente alla guancia) con conseguente rilassamento dei profili del volto è certamente tra gli inestetismi più complessi da poter trattare con il solo uso di cosmetici topici.
A livello preventivo l’applicazione di un adeguato schermo solare è di notevole importanza per proteggere la pelle dai numerosi danni dovuti all’esposizione dei raggi UV. Oltre a questo esistono in commercio specifici integratori alimentari formulati per stimolare la sintesi di acido ialuronico all’interno del derma.
I volumi del volto possono inoltre essere ripristinati in modo naturale ma al tempo stesso efficace attraverso trattamenti biorimodellanti di medicina estetica a base di acido ialuronico e collagene. È necessario in questo caso affidarsi alle mani esperte di professionisti del settore in modo da ottenere risultati visibili ma che non stravolgano le naturali proporzioni del volto.

mercoledì 8 novembre 2017

BLUSH ROSA: LA GIUSTA TONALITÀ

Se la vostra è la classica pelle di porcellana, quindi dai toni molto chiari, il vostro intento dovrà essere dare un leggero tocco di colore per ravvivarla. Le nuance più adatte in questo caso sono i rosati e le sfumature di albicocca.
Regola da non dimenticare: il tipo di make up che decidete di realizzare, in funzione del quale dovranno essere scelte le tonalità di blush più appropriate, cercate infatti di mantenervi sempre su tinte affini rispetto a quelle scelte per gli ombretti e il resto del trucco.

sabato 4 novembre 2017

OLI ESSENZIALI: FANNO BENE ALLA SALUTE

Sono profumi ottimi per arginare i dolori mestruali. Oli alla rosa, alla lavanda, alle mandorle e alla salvia sclarea, possono essere tutti sia dispersi nell'ambiente che inalati, massaggiando l’addome una volta a settimana prima del ciclo.