lunedì 25 settembre 2017

ACQUA DI ROSE E LE SUE PROPRIETÀ

L’acqua di rose non possiede solo proprietà calmanti e lenitive, ma si dimostra anche un potente antinfiammatorio, è noto come un valido rimedio di natura antibatterica, possiede grandi proprietà astringenti, delle rinomate virtù cicatrizzanti grazie alle quali si favorisce il processo di rimarginazione delle piccole ferite cutanee, non bisogna trascurare il potere rilassante della delicata fragranza associata a questa acqua. Si consiglia l’uso di questo prodotto naturale a chi soffre di couperose ma anche in caso di dermatite seborroica, inoltre l’acqua di rose si rivela un prezioso alleato contro l’acne grazie alle sue proprietà antibatteriche.

ACQUA DI ROSE E LE SUE PROPRIETÀ

L’acqua di rose risponde bene alle esigenze delle pelli più delicate, ed infatti grazie al suo estratto addolcente questo prodotto entrato a far parte del rituale di bellezza quotidiano di molte donne è in grado di ripristinare un pH normale, garantendo al tempo stesso altre qualità importanti a cui si aggiunge una gradevole fragranza. Oltre a limitare irritazioni ed arrossamenti attraverso la sua azione lenitiva e calmante, l’acqua di rose può essere inserito nella beauty routine quotidiana delle donne e di tutti quei soggetti che hanno la pelle secca e sensibile, dal momento che regalano al viso una piacevole sensazione di sollievo, inoltre l’azione dell’acqua di rose permette di dare vigore alla pelle del viso. Quest’acqua si ricava dalla distillazione a vapore di petali di rosa damascena, attraverso un processo delicato che consente di preservarne la suggestiva fragranza e l’integrità dei principi attivi presenti in questo ingrediente naturale. L’acqua di rose viene generalmente impiegata nella fase di detersione del viso per esplicare un’azione lenita e depurativa, in particolare si consigliano gli impacchi di acqua di rose attorno agli occhi in presenza di occhiaie e borse.

venerdì 22 settembre 2017

MASCHERE VISO: LA MASCHERA GIUSTA

Per poter essere davvero utile, dovete scegliere la maschera che meglio si adatta al vostro tipo di pelle. Se avete la pelle secca, scegliete una maschera a base di miele; per la pelle grassa è perfetta una maschera all’argilla, mentre per quella con imperfezioni (punti neri e brufoli) l’opzione giusta è una maschera al carbone vegetale. Se avete la pelle mista, procuratevi tutte e tre le tipologie e applicate nelle zone di riferimento: la spesa di fatto è la medesima perché dureranno tutte molto tempo. La scelta delle giuste maschere per il viso è fondamentale anche per l’applicazione: una maschera per pelli grasse aderirà male su una pelle già secca.

giovedì 21 settembre 2017

NAIL ART: COCCINELLE

Per tutte le amanti delle decorazioni unghie questo sarà un periodo un po’ spento: con l’arrivo dell’autunno e poi dell’inverno ci sarà poco spazio per la vostra fantasia, soprattutto quandosi parla delle unghie dei vostri piedi! Oggi però mettiamo da parte la malinconia della nuova stagione e crogioliamoci ancora sotto questo pallido sole dedicandoci, ancora per un po’ di tempo, a rendere i nostri piedi delle vere opere d’arte! Partiamo allora in questa piacevolissima avventura!
A proposito di questo oggi ho deciso di presentare a tutte le amanti di questo specialissimo hobby, per alcune una vera e propria professione, una delle decorazioni unghie più speciali che ha già fatto completamente impazzire la sottoscritta e che, di questo sono sicurissima, farà impazzire anche voi!
Per chi, come me, ama le coccinelle, questo decoro per le unghie calza a pennello, è proprio il caso di dirlo!
In questo caso ho scelto di proporla per le unghie dei piedi, se volete, ovviamente, è così semplice che si potrà ripetere, senza alcuna fatica, anche sulle mani, senza alcun problema!
Cosa ci occorre? Dello smalto rosso di base e dello smalto nero per realizzare la testolina dell’animaletto ed i suoi favolosi puntini! Nulla di più facile da realizzare!
È vero, stiamo andando vero l’autunno e questo tipo di decorazioni andranno sempre più scomparendo in favore di qualcosa di più azzeccato per la stagione, ma perchè gettarsi già tra i colori invernali se possiamo permetterci, ancora per qualche giorno, di poter sfoggiare una nail art di questo tipo con un bel paio di sandali ironici aperti?
Non pensiamo ancora all’autunno e godiamoci ancora queste splendide giornate in compagnia, perchè no, di queste curiose coccinelle!

lunedì 18 settembre 2017

MASSAGGIO RITMICO PER RITROVARE ARMONIA

Il fisioterapista e specialista del massaggio ritmico, consiglia questo trattamento terapeutico in casi di ansia, stress, tachicardia, insonnia, ma anche per i disturbi digestivi, le irregolarità intestinali, i problemi circolatori e la cellulite. Attraverso manovre dal ritmo calibrato e adeguato alle esigenze del paziente, infatti, il massaggio ha un effetto di ribilanciamento di tutti i ritmi corporei. Qualche esempio?
Migliora la respirazione, rendendola più profonda e ampia e calmando così gli stati ansiosi: il sistema nervoso si acquieta e subentra un gradevole stato di rilassamento
Stimola la corretta circolazione sanguigna e linfatica, eliminando i ristagni, favorendo l’eliminazione delle tossine e migliorando gli scambi intercellulari: così tutti i tessuti sono vivificati e nutriti meglio, le cellule dell’intero corpo vengono riossigenate e rigenerate, si combattono le condizioni favorevoli alla comparsa di inestetismi, cellulite e gonfiori
Stimola la funzionalità dei vari organi, in particolare dell’intestino: contrasta quindi la stipsi, la colite, le difficoltà di digestione e migliora il metabolismo
Scioglie i blocchi e le tensioni, allentando contratture e rigidità muscolari.
Le manovre si susseguono per un’ora, senza seguire uno schema fisso, ma adeguandosi ai bisogni individuali. L’approccio è delicato e gradevole, con tocchi leggeri, sfioramenti, frizioni e impastamenti, oltre a particolari movimenti “a ventosa” che creano una sorta di aspirazione benefica sui tessuti: la sensazione è di essere cullati piacevolmente, anche grazie all’impiego di olio arricchito con essenze diverse, più rilassanti (lavanda) o stimolanti (rosmarino).

mercoledì 13 settembre 2017

MICRO NEEDLING CONTRO ACNE, RUGHE E SMAGLIATURE

Alla base nel micro needling c'è un'idea semplice quanto efficace: dobbiamo portare il corpo a una condizione in cui deve attuare i propri meccanismi di riparazione. Attraverso le micro punture il trattamento stimola l'organismo affinché intervenga sulla pelle per riparare "il danno". Tutto questo chiama all'azione collagene ed elastina ed ecco che insieme alle piccole lesioni nella pelle vengono riparate ad esempio le cicatrici dell' acne oppure attenuate le rughe del viso.
Il micro needling si avvale del dermoroller, il rullo su cui si trovano degli aghi sottili che pungono la nostra pelle così da mettere in atto il processo di riparazione. Esistono vari modelli, anche quelli di uso domestico, tuttavia per effetti duraturi e reali la cosa migliore da fare è rivolgersi a degli specialisti. Gli aghi dei dermoroller professionali sono più lunghi rispetto a quelli domestici, ciò significa che penetrano più in profondità e perciò riescono a stimolare meglio la produzione di elastina e collagene.
La lunghezza degli aghi poi è fondamentale e infatti i dermoroller professionali possono essere regolati. A una lunghezza di soli 0,25 mm (come i roller domestici) si ottiene solo un miglioramento della pelle del viso, per i segni come quelli delle rughe o dell'acne occorrono aghi di mezzo millimetro. Per le cicatrici molto profonde invece, ecco che vanno utilizzati aghi lunghi dai 2 ai 3 millimetri.
Per evitare "danni" alla pelle chiaramente dovete rivolgervi a un professionista. In questo caso non ci sono particolari effetti collateali. È tuttavia controindicato se soffrite di rosacea, psoriasi o dermatite. Non dovete usarlo nemmeno se soffrite di acne (va bene solo per le cicatrici che lascia) e tanto meno di tumori della pelle. Non usatelo nemmeno se avete problemi di cicatrizzazione o coagulazione. Se siete incinte, aspettate di aver partorito prima di sottoporvi al micro needling.
Dopo il trattamento dovete prendere alcune precauzioni, come ad esempio non esporvi al sole ed evitare di coprire la pelle con il trucco. Dopo il trattamento di micro needling la pelle dopo appare un po' arrossata ma comunque non sanguina.

martedì 29 agosto 2017

TRUCCO VISO: TECNICA DEL NUDE BRONZE

Per realizzare la tecnica viso è necessario utilizzare dei prodotti dalla texture leggera e fluida optando per delle sfumature dorate da riversare su delle zone strategiche del viso che così vengono scaldate da colpi di luce; le parti da esaltare sono: il contorno del viso, le guance e il ponte del naso; per completare questa tecnica di maquillage si devono associare delle pennellate nude per valorizzare il triangolo che si forma da sotto gli occhi vs il naso, la fronte, la punta del naso ed il mento. La regola da seguire per ricreare un’abbronzatura sana e soft è quella di non eccedere con l’uso dei prodotti di cosmetica che devono essere ben sfumati sul viso per creare un effetto healthy/tan ben equilibrato.
Per poter ricreare un raffinato effetto sunkissed si deve procedere con l’applicazione di una passata leggera di blush sui toni del rosa, concentrandosi sulle guance, si passa poi ad applicare una goccia di olio essenziale sugli zigomi in modo da regalare alla pelle una ricercata luminosità che crea un effetto rimpolpante ed infatti lo zigomo acquista un leggero volume, è importante poi opacizzare con una blot powder le zone lasciate nude per dare risalto alle zone bronze.