mercoledì 11 luglio 2012

PROTEZIONE SOLARE: COME APPROFITTARE DEI BENEFICI DEL SOLE SENZA SCOTTATURE


Sono noti ormai i danni provocati da un'esposizione eccessiva al sole. Basta seguire alcune raccomandazioni ed usare una protezione solare adeguata per ottenere un'abbronzatura uniforme senza scottature, eritemi ed invecchiamento della pelle.
Siamo sempre più consapevoli dei danni che può causare un'eccessiva esposizione al sole: orticaria, macchie brune, eritema, scottature, invecchiamento precoce della pelle sono le conseguenze più comuni di un'esposizione al sole non controllata. L'importanza di una corretta protezione nei confronti delle radiazioni UVA (i maggiori responsabili dell'invecchiamento precoce e dei tumori cutanei) e UVB (causa di scottature, macchie scure, rughe) si sta facendo sempre più evidente e ne siamo consapevoli.
Le raccomandazioni di base sono: 
evitare di esporsi nelle ore più calde,
indossare una maglietta, un cappello e portare gli occhiali da sole,
non esporre i bambini alla luce diretta del sole,
La protezione solare deve anche essere attuata applicando un adeguato strato di filtro sulla pelle, da rinnovare ogni 2-3 ore di esposizione. La scelta dei prodotti giusti è un aspetto importante perchè la consapevolezza di una corretta protezione si traduca in provvedimenti concreti.
Nel 2006 la Commissione europea ha emesso una raccomandazione sull'etichettatura dei prodotti di protezione solare.
Secondo tale raccomandazione si distinguono 4 categorie di protezione e di indici solari 
protezione bassa: fattore di protezione UVB misurato da 6 a 14, etichettatura 6 o 10 
protezione media: fattore di protezione UVB misurato da 15 a 29, etichettatura 15, 20 o 25 
protezione alta: fattore di protezione UVB misurato da 30 a 59, etichettatura 30 o 50 
protezione molto alta: fattore di protezione UVB misurato superiore a 60, etichettatura 50+
FOTOTIPO
La scelta dell'indice di protezione deve tener conto del fototipo. 
Fototipo I 
Soggetti con pelle molto chiara, spesso con efelidi, capelli biondi o rossi, occhi chiari. L'abbronzatura è molto tenue o inesistente. 
Fototipo II 
Soggetti con pelle chiara, capelli biondo scuro o castano chiaro. Sviluppano un'abbronzatura lieve. 
Fototipo III 
Soggetti con pelle abbastanza scura, capelli castani. Sviluppano un'abbronzatura intensa ed omogenea. 
Fototipo IV 
Soggetti con carnagione olivastra, occhi e capelli neri. Si scottano raramente. Sviluppano in breve tempo un'abbronzatura molto intensa.
FATTORE DI PROTEZIONE
Il fattore di protezione (SPF o IP) che si trova sulla confezione del filtro solare indica la capacità del filtro di proteggere dai raggi UVB. Per esempio protezione 10 significa che il soggetto che senza filtro si scotterebbe dopo 10 minuti  con il filtro  potrà esporsi 10 volte di più cioè 100 minuti senza scottarsi.
La maggior parte delle protezioni non riporta un'indicazione della protezione nei confronti dei raggi UVA. Se il protettivo solare presenta un indice di protezione nei confronti dei raggi UVA, questo è indicato dalla sigla PPD o IPD: in genere comunque la protezione UVA è coerente con la protezione UVB.
I soggetti con fototipo I non devono esporsi al sole. Quando costretti a stare al sole, queste persone devono ricorrere a prodotti solari con filtri elevati (SPF 35-60). I bambini e comunque i ragazzi sotto i 15 anni richiedono un livello di attenzione paragonabile a questo fototipo
Per i fototipi II  nei primi due giorni in cui si prende il sole è raccomandato un fattore di protezione totale su viso e zone delicate e filtri non inferiori a 25-30 SPF per il corpo. Nei giorni seguenti si possono usare protezioni più ridotte, da 15 SPF a 20 SPF. 
I fototipi III devono usare filtri elevati, da 20 SPF a 25 SPF, sul viso e corpo per i primi due giorni, passando poi a 10 SPF nei successivi.
I fototipi IV possono limitarsi all'uso di creme a fattore di protezione da 8 SPF a 15 SPF nei primi giorni, per poi arrivare a 6 SPF.
Dopo l'esposizione è utile applicare una crema doposole che aiuti a ripristinare il livello di idratazione della pelle.
Per chi non ha la possibilità di approfittare del sole per farsi una bella tintarella rimane sempre la possibilità di usare un autoabbronzante!

Nessun commento:

Posta un commento